I Materiali per il fai da te livello 3: L’ACCIAIO

black and white building construction industry

Photo by Pixabay on Pexels.com

Quando penso al mio fai da te, non posso fare a meno di parlare dell’acciaio(vista la mia passione primaria ), un materiale un po’ più difficile da lavorare ,ma che da grandi soddisfazioni una volta finita la propria creazione.Ma prima di tutto vediamo cosa è l’acciaio.

Stiamo parlando di una lega di ferro e carbonio(in prevalenza) che prende definizione diversa in funzione della percentuale di quest’ultimo infatti avremo:

1 extra dolci: carbonio compreso tra lo 0,05% e lo 0,15%;
2 dolci: carbonio compreso tra lo 0,15% e lo 0,25%;
3 semidolci: carbonio compreso tra lo 0,25% e lo 0,40%;
4 semiduri: carbonio tra lo 0,40% e lo 0,60%;
5 duri: carbonio tra lo 0,60% e lo 0,70%;
6 durissimi: carbonio tra lo 0,70% e lo 0,80%;
7 extraduri: carbonio tra lo 0,80% e lo 0,85%

A questo si aggiungono altri elementi come cromo, nichel,molibdeno ecc. che ne danno le specifiche di utilizzo.

Ma tornando a noi, io preferisco concentrarmi sull’acciaio inox, per la sua resistenza alla corrosione e quindi la durata nel tempo,e la possibilità di essere lucidato (con un bel po’ di pazienza anche a specchio).

316L_Stainless_Steel_Unpolished

(Di L’utente che ha caricato in origine il file è stato Rafti Institute di Wikipedia in inglese – Trasferito da en.wikipedia su Commons da Shizhao utilizzando CommonsHelper., CC BY 2.5, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=5852723)

Ora definiamo questo acciaio , abbiamo:

  • Acciai Inossidabili Magri: non contengono Molibdeno e il valore tipico del loro indice P.R.E.N. si attesta intorno a 25 (per esempio il 18-10)
  • Acciai Inossidabili Standard: sono caratterizzati da un indice P.R.E.N. tra 25 e 40 (per esempio l’AISI 316)
  • Acciai Inossidabili Super: possiedono un indice P.R.E.N. ≥ 40
  • Acciai Inossidabili Iper: contengono elevate percentuali di Cromo > 30% in peso e il valore dell’indice P.R.E.N. può raggiungere 50

Io mi concentro soprattutto sulle prime due definizioni utilizzando dell AISI 304/316

acquistabile in qualunque negozio di nautica ad un prezzo abbordabile(circa 3/5 euro al chilo) e lavorabile con smeriglio e dischi per inox , punte per trapano al cobalto ed elettrodi per inox ,attrezzatura specifica ma semplice da trovare( sicuramente si trova dove si compra il l’acciaio).

Ma per gli amanti del design può essere un’idea utilizzare il “CORTEN

Acier-corten-c

(Di Beair – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4396215)

un acciaio basso legato  (dove nessun elemento supera il 5%) che crea uno strato auto protettivo di ruggine ,prendendo quel colore marroncino-striato di grande impatto visivo.

SPERO CHE QUESTO ARTICOLO TI SIA STATO UTILE.

ci sentiamo alla prossima.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.